Manifestazioni LGBT+”velate”? Non si può.

Sta succedendo un fenomeno nuovo e direi surreale nel mondo LGBQIA. Ai giornalisti viene oggi proibito di riprendere le manifestazioni pubbliche “alternative” del mese del Pride (che in sé non sono cosa cattiva, visto che razza di disgustoso baraccone capitalistico è diventato il Pride ufficiale), per rispettare le sensibilità “diverse” di coloro che partecipano. Qui […]

Continua a leggere "Manifestazioni LGBT+”velate”? Non si può."

Greenpass, mascherine e NoVax

Chi mi followa avrà notato che sulla questione greenpass sono intervenuto poco. Ho fatto le mie scelte, trovo buchi in entrambe le narrazioni, seguivo un malato oncologico terminale da proteggere, ho una madre di 87 anni che vedo settimanalmente, ho i miei anni pure io… Ho preso il Covid andando in treno, per fortuna senza […]

Continua a leggere "Greenpass, mascherine e NoVax"

Giornata della memoria e smemoratezze queer

Giornata della memoria, che anche quest’anno, come dimostra l’articolo linkato qui sopra, serve solo a cancellare la memoria di ciò che avvenne, per inventarsi ciò che non avvenne. Il triangolo nero, nell’universo concentrazionario nazista, era per gli “asociali“ (criminali comuni, incluse le *prostitute*). Non esistendo un triangolo specifico per le lesbiche, è successo che le […]

Continua a leggere "Giornata della memoria e smemoratezze queer"

Giornata internazionale dei pronomi

Oggi è la giornata internazionale dei pronomi. 🙄 Un problema inventato da piccoloborghesi coi capelli blu, le cui famiglie spendono quanto per un appartamento, per mandarli in università che insegnano “conoscenze di lusso” fondamentalmente inutili (come un tempo l’apprezzamento dell’arte ed oggi i Gender studies), ma che sono preziosi status symbols: se il più grave […]

Continua a leggere "Giornata internazionale dei pronomi"

Il caso Aimee Chanellor

Aimee Chanellor è una giovane donna trans inglese che ha ricoperto varie cariche politiche, anche riservate alle donne, in due diversi partiti, quello Liberal-democratico e quello Verde, nel nome della “inclusività”.Alla fine ha dovuto ritirarsi dalla politica partitica per avere “coperto” usato come collaboratore della sua campagna politica il padre, condannato a 22 anni per […]

Continua a leggere "Il caso Aimee Chanellor"

Un’altra sentenza dall’Inghilterra

L’Inghilterra sta preparandosi a un censimento, il 21 marzo prossimo. Questo anno, per tenere conto di tutte le richieste di inclusività, non apparirà solo la domanda obbligatoria sul sesso del/la rispondente, ma anche una facoltativa sull’orientamento sessuale, ed una facoltativa sull’identita di genere.Tutto bene, quindi, parrebbe, in un trionfo di “inclusività”… se non fosse per […]

Continua a leggere "Un’altra sentenza dall’Inghilterra"

“#Superstraight”

Alla fine, ieri notte, all’improvviso, è successo.Un grazioso ragazzetto eterosessuale ha fatto uno sclero su TikTok perché stufo di sentirsi dire che se era etero “dovevano” attrarlo le donne trans (perché “le donne trans sono donne”), che gli piacesse o no il pene femminile.Il fanciullo è sbottato: se essere etero è quello, allora io non […]

Continua a leggere "“#Superstraight”"

Schadenfreude

Katye Montgomerie è una transattivista e una Internet celebrity. Il suo stile molto aggressivo e molto dogmatico non la rende certo amabile.Tuttavia nei giorni scorsi ha scritto una cosa che non cessa certo di essere vera solo perché l’ha scritta lei: che i genitali del/la partner costituiscono un aspetto importante dell’attrazione sessuale e dell’orientamento di […]

Continua a leggere "Schadenfreude"

“Boxer ceiling”

È da tempo che esistono raccolte del “peggio dei social” contro donne lesbiche e femministe “Terf”, con screenshots di transchilisti che insultano, minacciano e fanno commenti fallocratici. (Uno a caso: TERF is a slur).Da qualche tempo è iniziata la raccolta di screenshots dei commenti omofobici contro i maschi gay provenienti dallo stesso mondo transqueer. La […]

Continua a leggere "“Boxer ceiling”"